Amicizia tra un Cane e il suo padrone: si ammala il padrone e si ammale anche il Cane, muoiono lo stesso giorno!

Un’amicizia vera di 15 anni, ha avuto come protagonisti il cane Juna e il suo proprietario, Terminata purtroppo con la morte di entrambi, lo stesso giorno e per lo stesso malore. Juna, un cane meticcio grande e peloso, incrocio con un lupo, è morta a Terni per le conseguenze di una grave forma d’ asma, mentre non lontano da lei in ospedale, anche il suo padrone cedeva a causa della stessa malattia, si tratta di Gianfranco Brillantini, 67 anni, molto noto nell’ ambiente sportivo della citta’ umbra dove aveva un bar, lui e l’ animale, avevano formato un binomio inseparabile. Juna era accanto a lui, a casa come al bar, la conoscevano tutti e le volevano bene, Cosi’, quand il suo padrone si ammalo e viene ricoverato scappava da casa per raggiungerlo, ”Era diventata la mascotte dell’ ospedale” stando alle parole della moglie, Riusciva sempre ad illudere i controlli dell’ospedale, e riusciva addirittura a raggiungere la camera dove il padrone era ricoverato e si stava sistemando immobile, ai piedi del letto. Allora gli infermieri giusto per tenerla d’occhio chiudevano la porta e telefonavano alla moglie di Brillantini, che veniva sempre a recuperarla. Ma ogni volta, quando la signora le metteva il guinzaglio e tentava di portarla via juna si lamentava.

Dopo qualche tempo juna comincio’ a sentirsi male portandola da veterinario viene scoperta la stessa malattia che ha il padrone. Poi di quest’ultimo peggiorarono e l’ uomo dovette restare per diverso tempo in ospedale. Juna a malincuore dovette a questo punto separarsi dal suo amato padrone, anche perchè nel frattempo la famiglia si era trasferita in una zona piuttosto distante dall’ ospedale. Nel frattempo piano piano, anche la malattia di juna divento’ piu’ grave. E quando, di recente, la situazione dell’amato padrone e’ diventata drammatica, infatti dal suo letto d’ ospedale, ha cominciato a rifiutare il cibo, anche il cane, a qualche chilometro lontanto accoccolato nella sua cuccia, lontano dal amato padrone ma cosi’ emozionalmente legato a lui, ha cominciato pure a non mangiare. E in quella domenica se ne sono andati entrambi. Il proprietario che prima, lasciando un vuoto incolmabile nella sua grande famiglia e fra i suoi coetanei della tifoseria ternana. Juna invece ormai vecchia, finita dallo stesso malore a 15 anni di eta’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...